Studio dr. Giuseppe Marchetti Via Gerolamo Miani, 17 (Pavia) +39038224122 oppure modulo contatti

Bioristrutturazione cutanea con Acido polilattico

 

L’acido polilattico è un polimero dell’ acido lattico che, iniettato mediante aghi nel derma o nell’ipoderma, determina aumento di volume della pelle, per arricchimento  di nuovo collagene naturale, indotto  dalla stimolazione ed attivazione dei fibroblasti (le cellule del connettivo che producono i componenti della matrice dermica). Adatto per correggere rughe, solchi, rilassamento cutaneo, per creare volumi (per es. area zigomatica) e per una ristrutturazione generalizzato della pelle in maniera progressiva, fisiologica e di lunga durata.

Preparazione e trattamento:

Evitare di assumere farmaci antinfiammatori, FANS ed Aspirina nei 4-5 giorni precedenti il trattamento per minimizzare il rischio di ecchimosi.
Il prodotto viene iniettato nel sottocute in piccola quantità concentrandolo prevalentemente
nelle aree predefinite.  E’ di estrema importanza completare il trattamento con un massaggio delle aree trattate sia nella seduta stessa che nei 3-4 giorni successivi per diffondere in maniera omogenea il prodotto,  ottimizzando il risultato e prevenendo la formazione di piccole  nodosità cutanee dovute ad una stimolazione cutanea eccessivamente localizzata.
Possono residuare arrossamento per pochissimo tempo e, come sempre quando si punge ripetutamente la pelle, qualche ecchimosi risolvibile in pochi giorni. L’effetto è progressivo nel tempo in quanto mediato dalla risposta biologica della pelle e si raggiunge il risultato desiderato generalmente con 3- 4 sedute distanziate tra loro di circa 1 mese.

Provvedimenti dopo la seduta:

Applicare alla sera e nel giorno successivo una crema antibiotica. Evitare per tutta la giornata l’applicazione di trucco e di creme  coprenti. In caso di trattamento agli zigomi cercare di mantenere la posizione supina durante il sonno notturno per 2-3 notti.
Nelle due settimane successive al trattamento è assolutamente sconsigliata l’esposizione diretta ai raggi ultravioletti (esposizione solare, lampade) come al calore (docce molto calde, saune e bagni turchi) o al freddo intenso e  sono altresì da evitare  tutte le manovre traumatizzanti (sfregamento della zona trattata, gommage, brushing, terapie estetiche energiche ecc).